fbpx

La linea di confine tra condotta abusiva ed evasiva

Pubblicato il 26 maggio 2022 da “il TRIBUTARIO”, Giuffré Francis Lefebvre

Avv.ti Giancarlo Marzo e Pietro Falchini 

Non può qualificarsi come meramente abusiva l’indebita qualificazione di un provento in una categoria reddituale diversa da quella prevista dalla normativa fiscale. Con sentenza n. 5147 depositata lo scorso 14 febbraio 2022, la Sezione Terza penale della Cassazione ha ritenuto integrante il reato di dichiarazione infedele, e non un’ipotesi meramente abusiva, l’indebita qualificazione dei redditi derivanti da operazioni in warrant come redditi finanziari anziché come redditi da lavoro dipendente.

Il commento dei nostri Giancarlo Marzo e Pietro Falchini per @Giuffré Francis Lefebvre.

Pubblicazione completa al seguente link:

https://iltributario.it/articoli/giurisprudenza-commentata/la-linea-di-confine-tra-condotta-abusiva-ed-evasiva

 In allegato, l’estratto della pubblicazione.