PEC, NO AL RICORSO SE DIFFORME

Pubblicato il 21 luglio 2020 da ItaliaOggi 

 Giancarlo Marzo e Corrado Gallo

Il deposito telematico di copia cartacea scansionata delle ricevute di notifica via PEC, sprovviste di attestazione di conformità, comporta l’inammissibilità del ricorso per mancanza di adeguata prova di notifica. L’opinabile arresto assunto dalla CTP di Napoli nella sentenza n. 3606 depositata lo scorso 26 maggio si pone lungo il solco già tracciato dalla medesima Commissione nella sentenza n. 1941 dello scorso 13 febbraio.

Il commento pubblicato da ItalioOggi dai nostri professionisti #Giancarlo Marzo e #Corrado Gallo.

Pubblicazione completa al seguente link:

https://www.italiaoggi.it/news/pec-no-al-ricorso-se-difforme-2463612#:~:text=Il%20deposito%20telematico%20di%20copia,di%20adeguata%20prova%20di%20notifica

In allegato, l’estratto della pubblicazione. 

Share This